Assegno unico: le novità su modifica domanda e controllo pagamenti

L’Inps ha dato le nuove indicazioni per modificare la domanda per l’Assegno unico e per il controllo dei pagamenti. Tutto quel che c’è da sapere

D’ora in poi è quindi possibile modificare la domanda e verificare eventuali anomalie inerenti i pagamenti tramite la propria sezione dedicata.

Assegno unico
Fonte Adobe Stock

L’Assegno unico e universale per figli a carico è una delle novità più importanti del 2022 in materia di aiuti e sostegni per le famiglie. Introdotto dal decreto legislativo del 29 dicembre 2021, di recente sono state aggiornate alcune importanti disposizioni che lo riguardano.

L’Inps infatti ha reso note le nuove funzionalità nella procedura online relativa alla trasmissione delle domande. In pratica d’ora in poi è possibile modificare la stessa e controllare lo stato dei pagamenti.

Assegno unico: come modificare la domanda e visualizzare i pagamenti

Non bisogna fare altro che accedere alla sezione “Consulta e gestisci le domande che hai presentato dalla home page dell’applicazione”. Qui possono vedere i dati inseriti nella domanda già presentata.

Grazie al tasto modifica si possono compiere diverse funzioni, tra le quali: inserire o modificare la condizione di disabilità del figlio, modificare la dichiarazione relativa alla frequenza scolastica o al corso di formazione per il figlio maggiorenne di età compresa tra i 18 e i 21 anni e modificare lo stato dei genitori, con le informazioni attinenti ai coniugi o alla separazione.

Inoltre si può modificare il codice fiscale dei genitori, modificare i criteri di ripartizione dell’assegno tra i due genitori, compilare campi per eventuali maggiorazioni, cambiare le modalità di pagamento eventualmente scelte dal richiedente e dall’eventuale genitore.

Tutte le variazioni hanno effetto dal momento in cui vengono inserite nel sistema e non danno diritto a conguagli per importi arretrati. Solo nel caso della dichiarazione relativa alla condizione di disabilità del figlio qualora sia preesistente alla presentazione della domanda.

Per quanto riguarda le prestazioni ricevute invece nella sottosezione Pagamenti si può visualizzare l’elenco completo dei pagamenti disposti suddivisi per competenza mensile. Sono inoltre presenti le informazioni riguardanti la modalità di pagamento utilizzata. Facendo click su Evidenze è invece possibile verificare le eventuali criticità emerse durante la fase di istruttoria che non rendono possibile portare a buon fine la domanda.