Nuovi aiuti economici dal governo per chi ha un reddito basso: come funziona

Parola d’ordine: sostenere famiglie e imprese che rischiano un vero tracollo. Soprattutto agevolare e tendere una mano verso chi, con un reddito particolarmente basso, nettamente inferiore ai 35mila euro, vive all’acme uno dei momenti storici, economicamente parlando, peggiori del nostro Paese rispetto all’ultimo ventennio.

“Piovono” i Bonus e i Sostegni: dalle bollette di casa, agli sconti sui trasporti pubblici, con al centro quell’Assegno Unico che garantisce una boccata d’ossigeno per famiglie con figli minori a carico.

Ridare dignità, soprattutto, ai cittadini italiani, è il primo pensiero del Governo Draghi, alle prese “con le spallate” dei rincari energetici e con la spada di Damocle del conflitto russo-ucraino che ci obbliga a cercare soluzioni alternative per il gas, senza dimenticare che l’inflazione al record storico ci mette al muro, con gli stipendi medi che rimangono tristemente al palo e che non crescono con l’aumentare del costo della vita.

aiuti economici
Adobe Stock

I 7 milioni di cittadini sulla soglia della povertà rappresentano dati che parlano chiaro.

Sostegni economici: metro di misura insindacabile è il proprio reddito, con l’Isee che racconta allo Stato in che condizione viviamo.

Dopo forti pressioni, arrivano, da mesi, da parte del governo, aggiornamenti costanti in merito a Bonus e Sostegni, e in tal senso si registrano nuove strategie ogni giorno, per evitare che troppi italiani finiscano nei guai.

Il tetto ISEE potrebbe quindi costantemente essere rialzato per accedere alle agevolazioni.

Sotto i 35mila euro e fino ai 25mila euro la agevolazioni sono innumerevoli

  • Superbonus 110% per Isee entro i 25mila euro
  • Agevolazioni tasse universitarie per Isee entro i 25mila euro
  • Bonus bebè per Isee da 25mila euro regole
  • Agevolazioni mutui prima casa under 36 per Isee a 25mila euro.

Inoltre per i giovani con Isee da 25mila euro è possibile usufruire di una ulteriore agevolazione. Parliamo della possibilità di risparmiare sul mutuo per la prima casa per gli under 36.

La richiesta del finanziamento per l’acquisto dell’immobile può avvenire quindi a condizioni agevolate con garanzia dello Stato per l’80% dello stesso mutuo con accesso al Fondo di Garanzia. Decisamente una boccata d’ossigeno visto il costo degli immobili al giorno d’oggi.

Ecco le ulteriori agevolazioni per i giovani con Isee fino a 25mila euro.

  • giovani under 36 con contratto di lavoro atipico
  • giovani coppie, di cui almeno uno dei due di età non superiore ai 35 anni
  • genitori single con figli minori a carico
  • conduttori di case popolari
  • il richiedente non deve essere proprietario di immobili di residenza civile.