La nuova truffa che sta spaventando i clienti di banca Intesa San Paolo

Un tentavo di raggiro piuttosto losco sta mietendo diverse clienti di banca Intesa San Paolo. Con questi accorgimenti si può riconoscerla e poi evitarla 

La tranquillità sembra un’autentica chimera per alcuni istituti di credito, che purtroppo sono sempre soggetti ai perfidi attacchi dei cybercriminali. Uno di questi è Intesa San Paolo, che proprio in questa fase deve fare i conti con l’ennesimo tentativo di phishing in cui i criminali di turno si sono avvalsi del nome e del marchio dell’azienda.

truffa san paolo
Adobe Stock

Lo scopo è naturalmente sempre lo stesso: cercare di impossessarsi dei dati bancari degli utenti per poi derubarli. Intesa San Paolo è stata tra le più colpite in tal senso, ma ovviamente non ha nessun tipo di responsabilità.

Banca Intesa San Paolo: in che modo gli hacker si avvalgono del buon nome dell’istituto di credito

Tutto inizia con una falsa email o un falso sms, che viene inviato agli indirizzi o ai numeri di telefono dei clienti. Nella comunicazione si fa credere al povero malcapitato che bisogna sbrigare qualche urgente pratica per evitare complicazioni (ad esempio blocco o chiusura del conto).

Si va leva sulla necessità di cliccare il link per poter espletare la pratica. In realtà è proprio quello il passaggio più deleterio che non andrebbe mai compiuto. Così facendo infatti si consegnano le proprie credenziali bancarie ai malintenzionati che a quel punto possono svaligiare il conto corrente.

Ultimamente però stanno puntando sull’incentivo più che sull’allarmismo. Quindi nel messaggio fake che di impatto sembra inviato realmente dalla banca (logo e recapiti sono decisamente simili) si fa leva sulla possibilità di ricevere un lauto bonifico. I clienti più a rischio sono quelli che hanno come gestori telefonici Tim, WindTre e Vodafone. I criminali alle volte attivano offerte molto costose sulle Sim per raggiungere i loro meschini scopi.

La differenza può farla il livello di attenzione. Se ci si sofferma a guardare meglio e non fugacemente come spesso capita, si possono notare alcuni particolari importanti. Infatti il design non può mai essere perfettamente uguale e ciò può essere un importante campanello d’allarme. Altro aspetto a cui badare è il testo del messaggio. Se ci sono errori ortografici quasi sicuramente si tratta di una truffa.