Canone Rai 2023 fuori dalla bolletta? Le ultime dal governo

In apparenza la notizia di una possibile eliminazione della bolletta del Canone Rai 2023 può sembrare decisamente positiva. In realtà però nasconde alcune insidie

Diversi i dubbi che aleggiano a riguarda, a partire da un possibile aumento del costo passando alle modalità di pagamento. Tutto quel che c’è da sapere in merito.

canone rai
Adobe Stock

Il Canone Rai fuori dalla bolletta dell’energia elettrica potrebbe diventare realtà visto che l’addebito dell’abbonamento tv sulle utenze della luce è un onere improprio. Una notizia che di fatto rallegra il popolo italiano, stufo di ritrovarsi le fatture maggiorate a causa del compenso previsto per la tv di Stato. 

Meglio però contenere gli entusiasmi visto che il futuro potrebbe lasciare in dote delle soluzioni non propriamente comode per gli utenti. Addirittura secondo i rumors riguardanti la questione, la quota annuale attualmente di 90 euro potrebbe addirittura aumentare.

Canone Rai 2023 fuori dalla bolletta: attenzione ai possibili scenari

È bene però specificare che il rischio che possa essere triplicata almeno per il momento è privo di qualsiasi fondamento, mentre c’è un po’ più di margine di ipotesi per quanto riguarda le modalità di pagamento.

Una questione di interesse generale, che tiene sulle spine i cittadini, curiosi di sapere in che modo adempiere al tributo. Seppur non ci siano state comunicazioni in merito, le strade plausibili ad oggi sono quella del ritorno al bollettino o dell’inserimento del pagamento del Canone nel 730. 

L’altra faccia della medaglia è quella di un possibile ritorno all’evasione fiscale. Infatti prima dell’inserimento in bolletta, molte persone non pagavano il Canone Rai. Con questo metodo, seppur discutibile e indigesto a molti, sono stati evitati numerosi raggiri. Come ogni misura però, anche questa sembra aver fatto il suo tempo, per lasciare spazio a qualcos’altro che dovrà abbinare praticità per chi paga e sicurezza per chi deve riscuotere.

Chi invece rientra nelle categorie per cui è prevista l’esenzione, è bene che provveda ad attivare le procedure del caso, in modo tale da evitare che possa essere ancora addebitato. Può però capitare di avere dei problemi anche dopo la presentazione dell’istanza in cui si afferma di avere i requisiti necessari. Clicca qui per conoscere maggiori dettagli su questo spinoso caso.