Dichiarazione dei redditi, arriva la nuova scadenza per i pagamenti

In caso si riceva una comunicazione di irregolarità da parte del Fisco da oggi si potrà prolungare la scadenza di pagamento a 60 giorni

I termini di scadenza del cosiddetto “avviso bonario”, la comunicazione di irregolarità da parte del Fisco, sono stati dunque raddoppiati, passando dai canonici 30 giorni a 60.

dichiarazione redditi
Adobe Stock

In questo modo si avranno circa due mesi di tempo per pagare le somme dovute a seguito del controllo automatico delle dichiarazioni presentate al Fisco.

Decreto Taglia-prezzi: le novità

Le commissioni Finanze e Industria del Senato ha approvato un emendamento tra l’8 e il 9 maggio nel quale si stabilisce che, per il periodo compreso tra l’entrata in vigore della legge di conversione del Dl 21/2022 Taglia-prezzi e il 31 agosto 2022, il termine di cui all’articolo 2, comma 2, del Dlgs 462/1997, il termine ultimo sarà raddoppiato a 60 giorni.

L’articolo 2 di cui sopra fa riferimento proprio alla riscossione delle somme da pagare da parte del cittadino a seguito di controlli automatici da parte del Fisco. Il cosiddetto “controllo automatico” è a norma degli articoli 36-bis del Dpr 600/1973 e dell’articolo 54-bis del decreto Iva, Dpr 633/1972, e tratta della liquidazione automatizzata delle dichiarazioni annuali dei redditi, del modello 770, dell’Iva, dell’Irap e dei sostituti d’imposta.

Durante il periodo di presentazione delle dichiarazioni relative all’anno successivo sarà la stessa Agenzia delle Entrate a provvedere alla liquidazione delle imposte, dei rimborsi, dei contributi e dei premi dovuti. In questo modo le somme dovute a titolo d’imposta, contributo, premio o ritenuta sarà iscritto automaticamente nei ruoli a titolo definitivo.