Nuova truffa, attenzione se arriva questo sms sul cellulare

Cosa sta accadendo? Siamo invasi solo da tentativi di truffa, tra telefonate di pseudo operatori dell’energia elettrica del gas, che in realtà puntano solo a depredare i nostri risparmi? Dobbiamo arrenderci a ignorare sistematicamente email ed sms per non cadere in pericolose trappole di phishing? Oppure possiamo realmente credere che esista una luce in fondo al tunnel?

In tempi “estremamente difficili”, in cui la vulnerabilità e la fragilità dei cittadini vengono messi a dura prova dai colpi di mannaia della crisi economica che incombe, tra rincari alle stelle e record dell’inflazione, non è sempre facile distinguere con equilibrio “tra il bene e il male”.

truffa sms
Adobe Stock

Per una volta possiamo dire che in queste settimane, nonostante il morale sotto i tacchi, sarebbe il caso di “dare retta” agli sms che stanno arrivando sui nostri dispositivi. Sì, questa volta è tutto vero, è tutto nel campo della legalità. A comunicare con noi sono le compagnie che gestiscono la nostra telefonia mobile, che hanno da raccontarci qualcosa di molto importante.

Il 3G ha connesso così tanti clienti negli ultimi 17 anni, ma il futuro è 4G e 5G.

«Ci concentreremo sull’offrire ai clienti un’esperienza mobile più rapida e affidabile e sul ridurre al minimo il nostro impatto sull’ambiente eliminando uno strato della nostra rete che utilizza apparecchiature inefficienti». Così parlava alcuni mesi fa, nel corso di una conferenza stampa, Ahmed Essam, CEO di Vodafone UK.

Vodafone, così come Tim, tengono a farci sapere che in questi giorni meno del 4% del traffico dati mobile trasportato sulle sue reti utilizza il 3G. Siamo di fronte a un calo rispetto a oltre il 30 percento nel 2016. Ci sono due ragioni per questo: uno è che la maggior parte dei clienti Vodafone e Tim utilizza il 4G e l’altro è che Vodafone e Tim hanno già ridefinito la maggior parte del proprio spettro 3G.

Non solo 4G e 5G consentono a Vodafone e Tim di fornire servizi più rapidi e affidabili per i propri clienti, ma la maggiore efficienza di queste tecnologie supporta anche le aziende nelle strategie per raggiungere emissioni nette di carbonio zero entro il 2027.

Quindi si tratta davvero di assicurarsi che i clienti interessati siano informati del cambiamento imminente e di garantire che dispongano di dispositivi compatibili quando sarà il momento. A tal fine, Vodafone e Tim trascorreranno quest’anno pubblicizzando lo switch-off. Ed è per questo che ci stanno arrivando sms che vale la pena leggere.