Bonus fotovoltaico da 8.500 euro: chi può usufruirne e in che modo

Il bonus fotovoltaico da 8.500 euro è destinato alle famiglie che hanno intenzione di installare un impianto fotovoltaico. Ecco per chi viene emesso 

Cosa bisogna fare per poterlo ottenere e quali sono i requisiti necessari per poter sperare nel buon esito della richiesto. Tutto quel che c’è da sapere.

Bonus fotovoltaico
Fonte Adobe Stock

Gli impianti fotovoltaici e in generale le energie rinnovabili vanno sempre più per la maggiore, soprattutto alla luce di quanto sta accadendo a livello globale. In Europa e in Italia sono diverse le iniziative per incentivare le persone alla transizione.

Ad esempio in Puglia è stata varata una ghiotta opportunità in tal senso. Un’innovazione che potrebbe portare ad un accelerata del processo di cambiamento nel giro di non molto tempo. Ecco di cosa si tratta e in che modo può aiutare le persone ad ottenere un ottimo risparmio nel lungo periodo.

Bonus fotovoltaico: a chi è rivolto e come presentare la domanda

Infatti sarà possibile chiedere uno sconto fino a 8.500 euro. Ciò però è consentito solo ai nuclei familiari con reddito inferiore ai 20.00 euro annui. L’altro importante cavillo è che i richiedenti siano residenti o domiciliati da almeno un anno nella regione dell’Italia meridionale. Solo a queste condizioni si può sfruttare l’incentivo per poter installare presso la propria abitazione un impianto energetico più funzionale.

La misura prevede un fondo di 6,8 milioni di euro per un contributo a famiglia di 6.000 che può arrivare a 8.500 euro in caso di impianto di accumulo. Non si può aggiungere ad altre tipologie di incentivi comunali, regionali o statali in materia di efficientamento energetico. Tra questi è ricompreso anche anche il Superbonus 110% e le altre misure di detrazione del credito di imposta. 

Da non sottovalutare il limite di potenza dell’impianto che non deve essere inferiore a 1,8 kW elettrici. In questo caso è previsto un contributo a fondo perduto di 6.000 euro. Il sostegno vale sia per le case indipendenti ma anche per gli impianti ad uso condominiale. 

Per presentare la domanda è necessaria l’iscrizione sulla piattaforma telematica del sito della Regione Puglia. Si parte mercoledì 25 maggio 2022 e c’è tempo fino al 22 agosto 2022. Il richiedente deve essere munito di credenziali SPID e di un indirizzo di Posta Elettronica ordinaria.