Connessione Internet, in Italia è appena iniziata la guerra delle fibre e i prezzi aumentano: cosa sta succedendo

Con una mossa annunciata e tanto attesa, Iliad, nei mesi scorsi, è finalmente entrata nella mischia della linea fissa in Italia con il lancio di un piano fibra a basso costo e una chiara intenzione di causare ulteriori sconvolgimenti del mercato per i suoi operatori rivali.

E’ il chiaro segnale, questo, di una vera e propria “guerra del mercato della fibra domestica”, con il leit motiv caratterizzato dai prezzi in ribasso per le famiglie.

Fibra casa
Fibra casa: la guerra in atto in Italia

L’Italia è oggi uno dei mercati più competitivi d’Europa per quanto riguarda il rapporto qualità-prezzo delle fibre domestiche e per uffici. In effetti, la lunga guerra dei prezzi mobili ha devastato le attività delle tre vecchie reti italiane.

Benedetto Levi, CEO di Iliad Italia, si è rivolto ai social media per annunciare l’immediata disponibilità di un servizio con velocità di download fino a 5 Gbit/s e velocità di upload fino a 700 Mbit/s a Bologna, Milano e Torino. Altrove, le velocità sono limitate a 1 Gbit/s/300 Mbit/s. Iliad sta anche fornendo incentivi ai suoi abbonati mobili esistenti offrendo loro uno sconto di € 8 sul prezzo di € 23,99.

Il piano include il nuovo modem iliadbox e un extender Wi-Fi.

Ma la concorrenza, secondo voi, può rimanere a guardare? Gli operatori rivali Telecom Italia, Vodafone Italia e WindTre si sono senza dubbio preparati per una mossa del genere. Hanno sicuramente avuto abbastanza esperienza delle tattiche degli avversari: quando l’operatore è entrato nel mercato mobile italiano con un’offerta low cost nel 2018, ha innescato una guerra dei prezzi che continua ancora oggi.

Il piano fibra da € 23,99 si confronta favorevolmente con le offerte fisse rivali, che vanno da € 27 a € 30 per i nuovi clienti e offrono velocità di download da 1 Gbit/s a 2,5 Gbit/s.

Iliad si sta preparando per il suo attacco di rete fissa collaborando con fornitori di fibra all’ingrosso. Ad esempio, ha promesso il supporto per il veicolo FiberCop di Telecom Italia , che sta costruendo una rete di rete dell’ultimo miglio in Italia.

Qualcuno, però, inevitabilmente, ne deve risentire. E’ come una torta, la cui quantità resta sempre la stessa, ma le porzioni da dividere aumentano, poiché aumentano i commensali “affamati”. Inevitabilmente, anche se c’è spazio per tutti, a qualcuno capiterà una fetta più piccola degli altri.

L’attività di Vodafone è stata, infatti, la peggiore delle sue numerose unità internazionali per il semestre fino a settembre 2020, subendo un netto calo del 2,8% su base annua dei ricavi da servizi.