Bonus Mobilità 2022, scaduti i termini: cosa succede adesso

Sono scaduti lo scorso 13 maggio i termini per accedere al credito d’imposta del Bonus Mobilità 2022. Forse, anzi certamente, tanto rumore per nulla, come diceva un noto testo di letteratura classica. Perché al di là delle cifre che vi andremo a raccontare, i numeri per ora dicono che le richieste tardano a decollare.

Italiani amanti delle biciclette e dei mezzi di trasporto “green”? Certamente sì, molto più che in passato, ma siamo anche un popolo di “aficionados dell’automobile” ed è inutile provare a farci diventare in un sol colpo come i cittadini di Berna o Oslo che vanno in ufficio in sella alle due ruote con tanto di casco in testa e magari in giacca e cravatta.

Bonus Mobilità
Bonus Mobilità 2022: bici o monopattino, cosa preferisci?

Ci vorrebbe la bacchetta magica e di questi tempi, con la crisi che incombe, i pensieri degli italiani sono ben altri e di magie ce ne vorrebbero sì, ma di ben altra natura.

Con la fase 2 post lockdown riprendono e aumentano gli spostamenti in città. Nelle grandi città come Roma e Milano l’utilizzo dei mezzi pubblici è certo maggiore, quindi sembrava necessario, almeno da parte del Governo di casa nostra, provare a rafforzare la presenza di mezzi green che permettano di muoversi senza creare assembramenti.

E poi è Mamma Europa che ce lo chiede: sostenibilità, mezzi di trasporto a bassa emissione di inquinamento, soprattutto necessità di contrastare il caro benzina cercando alternative ecologiche, meno inquinanti e decisamente di questi tempi meno costose. Cosa c’è di meglio allora che bici, bici elettriche e monopattini e ancora scooter elettrici?

Il bonus bicicletta, di fatto scaduto, poteva essere richiesto da tutti i “ residenti nelle città metropolitane e nelle aree urbane con più di 50.000 abitanti ”.

Bonus Mobilità 2022: le buone notizie ci sono, i numeri dicono che tra fondi stanziati e richieste ricevute, si può arrivare a coprire il 100% del credito di imposta.

Sono però scaduti di fatto lunedì 23 maggio i 10 giorni dalla scadenza del termine di presentazione della domanda (13 maggio) entro i quali l’Agenzia delle Entrate doveva comunicare a ciascun richiedente il Bonus mobilità 2022.

Con il Provvedimento n. 2022/176217 del 23 maggio, l’Agenzia ha stabilito che il credito d’imposta per i richiedenti sarà quindi del 100%. Tutto questo basterà a far decollare il progetto? Il problema, di non poco conto, è che chi viene a conoscenza oggi di questa notizia non ha ora più tempo e modo di acquistare una bici o un monopattino.