Bonus musica 2022: come ottenerlo e cosa cambia rispetto allo scorso anno

Il Governo ha confermato il bonus musica 2022 con modalità differenti rispetto al passato. Quali requisiti bisogna soddisfare per poterlo ottenere

Può rappresentare una buona opportunità per iniziare a frequentare una scuola di musica oppure iscriversi ad un coro o una banda.

Bonus musica 2022
Fonte Pixabay

Tra i bonus confermati nel 2022 spicca quello inerente la formazione in ambito musicale. Seppur con alcune differenze rispetto al passato, l’Esecutivo ha deciso di mantenere la misura. Si tratta di un contributo riguardante l’educazione musicale dei più giovani. In particolar modo bambini e ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni.

Il duplice obiettivo è quello di garantire l’attività lavorativa delle strutture dedicate ad istruire riguardo la musica e al contempo dare l’opportunità ai genitori di iscrivere i loro bambini in luoghi di cultura e aggregazione senza dover pagare delle ingenti rette.

Bonus musica 2022: come ottenerlo e quali sono i requisiti necessari

Rispetto al 2021 quando il contributo era di 200 euro ed andava richiesta tramite apposita domanda a patto che si rientrava entro i 30.000 euro di ISEE, quest’anno è stato convertito in una detrazione fiscale al 10%. Quindi è possibile ottenerlo in fase di dichiarazione dei redditi. Dal 23 maggio 2022 è possibile scaricare il precompilato online.

Quindi per quanto concerne il bonus musica qualora di utilizzasse un 730 ordinario o semplificato, è sufficiente indicare nelle righe che vanno da E8 a E10, l’importo totale sostenuto per ciascun ragazzo. L’altra grande variazione del 2022 è che per poter rientrare nel beneficio bisogna avere un ISEE che non vada oltre i 36mila euro. 

Passando invece ai requisiti anagrafici, la misura è accessibile a partire dai 5 anni di età fino al compimento dei 18 anni. Le scuole a cui possono essere iscritti famiglie e ragazzi devono rispettare determinati parametri. In pratica devono risultare nei registri regionali e riconosciute da parte della pubblica amministrazione. 

Quindi prima di procedere con l’iscrizione è bene accertarsi che la struttura abbia tutte le carte in regola per poter permettere alla famiglia di accedere al bonus musica 2022, concesso sotto forma di detrazione fiscale in sede di dichiarazione dei redditi. Il discorso è praticamente identico sia per quanto riguarda l’accesso ai cori, sia alle bande comunali.