Aria condizionata in auto, con la nuova normativa cambia tutto: come evitare le sanzioni

Gli automobilisti che vogliono risparmiare sul consumo di carburante, e di questi tempi sarebbe anche comprensibile, potrebbero essere sul punto di violare una serie di regole del Codice della Strada di cui molti non sono a conoscenza. Riguarda un argomento spesso messo in secondo piano di cui si parla pochissimo: l’uso corretto dell’aria condizionata nel proprio veicolo.

È noto che spegnere gli scarichi elettrici come l’aria condizionata e i sedili riscaldati può aiutare a migliorare i consumi che recentemente ci hanno messo letteralmente con le spalle al muro, ma molti guidatori non sanno che spegnere l’aria condizionata potrebbe colpirti in un altro modo, potremmo dire “a tradimento”. Senza dimenticare che con l’arrivo del caldo, sarebbe come darsi una martellata su un ginocchio.

Pixabay

Il motivo è semplice: un’auto ben ventilata può permettere ai conducenti di evitare il pericoloso fenomeno della sonnolenza. Se questo viene ignorato e accade il peggio – perdere il controllo e avere o causare una collisione – i conducenti rischiano grosso prima di tutto dal punto di vista fisico e poi per quanto riguarda il codice civile come possibili responsabili di un sinistro.

La normativa è chiara: “Mantieni il tuo veicolo ben ventilato per evitare sonnolenza. Tieni presente che il fondo stradale potrebbe diventare morbido, e se piove dopo un periodo di siccità potrebbe diventare scivoloso. Queste condizioni potrebbero influire sullo sterzo e sulla frenata. Rallentare e, se necessario, fermarsi”.

Attenzione però, perché in merito all’aria condizionata ci sono anche altre regole da tenere ben presenti.

Tra queste, occorre sapere bene quando è possibile, per le leggi de Codice della Strada, accendere la ventilazione e quando invece è vietato.

Non esistono, prima di tutto, divieti veri e propri legati all’uso dell’aria condizionata, ma si può entrare in due situazioni per così dire “particolari”, in cui la legge può intervenire per dirti come ti devi comportare. 

La condizione è semplice, anche se sovente si finisce per non rispettarla: secondo quanto previsto dal Codice della Strada, l’aria in auto non potrà essere tenuta accesa se il veicolo è fermo. Inoltre, è fatto divieto anche di tenere il motore in funzione durante una sosta allo scopo di tenerla accesa. Probabilmente non tutti ne sono al corrente: la normativa è abbastanza recente anche se non troppo (2007) e sposa una logica che, in realtà, dovrebbe essere nota a tutti i guidatori. Sostare con il motore acceso, infatti, non è mai consigliabile per un automobilista.