Pannelli solari, grazie alle nuove leggi adesso sono più convenienti: quanto costerà acquistarli

I pannelli solari ormai si possono adattare ad ogni superficie a costi non più proibitivi come in passato. Inoltre consentono di risparmiare nel tempo

Una transizione voluta fortemente dal Governo che ha varato diverse disposizioni per consentire di installare gli impianti adeguati a cifre non molto elevate.

Pannelli solari
Fonte Pixabay

Il sentiero è stato tracciato. La strada che porta alla sostenibilità è quella che i vari governi europei hanno scelto da tempo. Anche in Italia si sta lavorando bene in tal senso, per consentire alle persone l’installazione di impianti fotovoltaici e la transizione verso altre fonti energetiche rinnovabili.

Di primo impatto può sembrare piuttosto complicato visto che i costi e l’iter dei suddetti lavori richiede vari passaggi oltre che una spesa iniziale non propriamente contenuta. Grazie alle nuove disposizioni però le procedure di impiantistica sono state semplificate di molto.

Pannelli solari: come si può intervenire grazie alla nuova legge

I pannelli solari adesso sono considerati manutenzione ordinaria, anche quando devono essere messi da zero. Quindi, niente più permessi e atti amministrativi per ottenere il via libera per i lavori. Un passaggio di non poco conto che facilità ancor di più l’accesso dell’utenza alle risorse utili alla svolta green. 

Inoltre una volta installati i pannelli garantiscono di media una durata di circa 30 anni senza bisogno di interventi di modifica o sostituzione. Naturalmente poi ci sono casi e casi. Talvolta però può capitare di dover intervenire per effettuare dei lavori di manutenzione. 

Una soluzione che si rende sempre più necessaria sia per salvaguardare l’ambiente, sia per poter risparmiare. Ovviamente questo processo potrà dare i propri frutti a patto che vengano apposti in luoghi dove possano sfruttare a pieno la luce del sole. Anche le caratteristiche del terreno sono fondamentali.

Per questo è sempre e comunque consigliabile un sopralluogo preventivo da parte di esperti. Tanto grazie ai cambiamenti di questa fase col modello unico semplificato sarà possibile installare impianti con potenza tra 50 kW e 200 kW. 

I costi sono ammortizzabili in virtù dell’ottimizzazione futura dei consumi. A prescindere da ciò il prezzo complessivo negli ultimi 10 anni è comunque sceso dell’80%. Un aspetto che non va assolutamente tralasciato, visto che la gente ha bisogno di “rassicurazioni economiche” per potersi lasciare andare a queste innovazioni.