Bollo auto, in alcuni casi puoi rateizzare il pagamento ma solo se …

Bollo auto, molti cittadini si chiedono se sia possibile pagare questa tassa in più rate Vediamo nel dettaglio cosa prevede la legge

Che il bollo auto sia in assoluto una delle imposte più odiate dai cittadini italiani non è certo un mistero.

bollo auto
Adobe Stock

In primo luogo perché si tratta di una spesa molto consistente fatta esclusivamente sulla proprietà di un mezzo, e non sorprende in tal senso che nella sua presunta inutilità, venga paragonata dai consumatori il canone Rai, che dispone il pagamento di una tassa semplicemente se si possiede un apparecchio televisivo. 

Bollo auto, esiste un solo modo per poter pagare l’imposta a rate: vediamo qual’è

Oltretutto, in un periodo di fortissima crisi economica come questa, questa tassa si sta rivelando molto difficile da pagare per tantissime famiglie italiane. E per questo sempre più persone si chiedono se sia possibile rateizzare il pagamento del bollo auto. La prima cosa da sapere è che si tratta in realtà di un’operazione quasi impossibile, in quanto la normativa vigente non prevede in realtà che questa tassa possa essere frazionata, e dunque pagata in più soluzioni.

Il bollo auto va pagato in un’unica rata entro il termine stabilito. Ma prima faceva riferimento a un’operazione quasi impossibile, in quanto in realtà da alcune settimane l’opzione di poter vedere diluito il pagamento dell’imposta è invece diventata possibile, e riguarda gli utenti che hanno scelto di utilizzare il circuito di pagamento Poste Pay per saldare il dovuto. In questo caso infatti, utilizzando questa opzione, ai cittadini viene concesso di poter dilazionare il saldo dell’imposta in tre rate, che sono comprese tra i trenta e i duemila euro. 

Bollo auto, attenzione perché esiste un problema con le rate previste da PostePay

Bisogna però su questa precisare che le rate previste da Paypal vanno comunque pagate a una distanza abbastanza ravvicinata. La prima va infatti saldata subito, al momento della stipula dell’accordo, le restanti due invece vanno pagate nei due mesi successivi al primo versamento. Chi insomma sperava di poter avere un piano rateizzato per questa imposta che durasse almeno sei mesi, è destinato a restare deluso perché come abbiamo appena visto non è così e non è un’opzione realizzabile.

C’è però anche da dire che il nostro paese prevede delle eccezioni su questo, anche se riguardano principalmente soltanto alcune categorie di automobili molto specifiche. Ma se si soddisfano i requisiti richiesti, in alcuni casi è in realtà possibile poter frazionare il pagamento di questa tassa.