Monete rare, controlla se hai questa in casa: vale più di 200 euro

Lo sapevi che esistono anche 200 lire rarissime e di grande pregio sul mercato dei collezionisti?

Alcune delle vecchie monete italiane possono valere anche fino a 10mila euro. Le vecchie lire possono essere davvero rare: quelle con il valore più alto sono quelle coniate negli anni ’50.

L’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato ha emesso monete in lire italiane in 11 diversi tagli, tra cui la vecchia moneta da 200 lire italiane. Il primo anno di emissione è il lontano 1977. Sono state ritirate dalla circolazione nel 2002.

Molto ricercate dai collezionisti, queste monete in lire diventano maggiormente preziose soprattutto se conservate con la massima cura dagli appassionati collezionisti. 

Nel 1862 fu ridefinita la lira italiana: fino ad allora divisa in 20 solidi, e venne introdotto il sistema decimale, con 1 lira pari a 100 centesimi. Nel 2002 la lira ha cessato di avere corso legale in Italia dopo che l’euro, l’unità monetaria dell’Unione Europea, è diventata l’unica riconosciuta valuta del Paese.

Possiedi una moneta da 200 euro in casa dimenticata da chissà quanto tempo in qualche cassetto? Potresti avere nelle mani un piccolo tesoro e non ne eri a conoscenza!

Sulla moneta da 200 lire italiane c’è un ingranaggio. Il pezzo L200 è realizzato in alluminio-bronzo e ha un diametro di 24 mm e un peso di 5 grammi.

Come sempre se una moneta è stata coniata con un errore rispetto al disegno originale, diventa rarissima.

E allora ecco che scopriamo davvero di possedere un oggetto incredibilmente raro che, se rivenduto ad un appassionato ed esperto, può fruttarci un guadagno davvero impensabile.

La moneta più rara sul mercato dei collezionisti, tra le 200 lire, lo diciamo subito, è la 200 lire PROVA del 1977, oltre ad alcune varianti con errori degli anni successivi che scopriremo più avanti.

La lira italiana, come noto, è stata sostituita dall’euro nel 2002 e le monete e le banconote in lira italiana non hanno più alcun valore monetario. Il termine per il cambio delle monete in Lire Italiane è scaduto nel lontano 2011.

Sebbene le monete italiane da 200 lire emesse nel 1977 siano le prime, non sono classificate affatto come monete rare. Pertanto il loro valore attuale, a seconda del loro stato di conservazione, è di circa 1€.

Se in casa avete delle monete da 200 Lire del 1978, verificate se hanno la mezzaluna sotto il collo della testa di donna, perché solo in questo caso possono valere fino a 200 euro. Tutte le altre valgono solo 1 euro visto che ne vennero coniate moltissime, più di 460 milioni di esemplari.