Bollo auto 2022: ecco spiegata la “trappola” del 31 ottobre

Secondo alcune indiscrezioni la data del 31 ottobre è riferita come all’ultimo giorno in cui si dovrà pagare il bollo auto: ma è davvero così?

bollo auto 2022
Adobe Stock

Una fake news riguardante proprio il bollo auto 2022 dichiarava che l’ultima volta che si sarebbe pagato il bollo auto in Italia sarebbe stata il 31 ottobre di quest’anno.

Poco tempo fa è girata su internet una vera e propria bufala riguardante la tassa sul possesso dei veicoli che ha ingannato moltissime persone a ritenere che questa tassa fosse destinata a scomparire proprio quest’anno.

Bollo auto 2022: cosa succede il 31 ottobre

La fake news che gira attorno alla data del 31 ottobre e alla sua presunta relazione con la fine del pagamento del bollo auto è in realtà una storia risalente allo scorso anno, il 2021, e riguardante lo stralcio delle cartelle esattoriali non pagate, tra l’altro nel periodo che va dal 2000 al 2010.

Nella realtà dei fatti non c’è nessuna correlazione tra il 31 ottobre e l’abolizione della tassa sul possesso dei veicoli, né tantomeno con nessuna altra data. Il bollo auto è una tassa che tutti gli automobilisti saranno ancora tenuti a pagare.

Come accade solitamente, il bollo auto scaduto nel 2022 dovrà essere pagato entro la fine del mese successivo alla data di scadenza. Eppure per chi acquista una nuova auto, oltre agli incentivi per quanto riguarda la guida elettrica dei motori a due e quattro ruote, esistono delle riduzioni ed esenzioni che possono ridurre o addirittura eliminare il pagamento di tale tassa.

Il bollo auto è una tassa ancora in vigore, eppure quest’anno esistono diversi vantaggi per chi acquista un’auto elettrica o ibrida. In tantissime regioni italiane, infatti, esistono esenzioni pluriennali dal pagamento del bollo auto e, addirittura, vi sono casi in cui l’esenzione dal pagamento di tale tassa è permanente o comunque si avrà una riduzione del costo totale della tassa rispetto agli standard.

Tra le regioni più “avanti” per quanto riguarda incentivi e bonus, che permettono di ricevere riduzioni o addirittura non pagare del tutto il bollo auto, troviamo sicuramente la Lombardia che si è mostrata decisamente generosa con i cittadini che hanno deciso per l’acquisto di un’auto “green” a zero o basse emissioni.