BTp 2051, gioie e dolori: ecco i possibili rendimenti futuri

Negli ultimi mesi il BTp 2051 è stato investito da un tracollo dei prezzi. All’orizzonte però le prospettive non sembrano essere così malvagie

Andiamo quindi a vedere quali potrebbero essere i possibili rendimenti in futuro e come funzionano esattamente questi titoli.

Btp 2051
Fonte Adobe Stock

Gli ultimi mesi non sono stati piuttosto particolari per il mercato obbligazionario. Migliaia di miliardi di dollari sono stati bruciati con le quotazioni a picco e rendimenti in forte ascesa. In virtù di ciò per alcuni può essere un bene, mentre per altre un male.

Esiste infatti una bella differenza tra chi ha investito qualche mese fa e chi invece lo sta facendo nell’ultimo periodo. Questi ultimi però si ritrovano con il dubbio di mantenere o cedere i titoli. In virtù di ciò vediamo i possibili scenari che potrebbero prospettarsi.

BTp 2051: il tracollo degli scorsi mesi e il rendimento in prospettiva

Prendendo ad esempio il BTp 2051 con cedola 1,7% (ISIN: IT0005425233), il trentennale offriva l’1,81% a inizio anno mentre venerdì scorso era arrivato al 3,71%. Insomma un +1,9% in appena cinque mesi che di certo non passa inosservato.

Ad oggi quindi acquistare un BTp 2051 conviene. Con una quotazione inferiore a 67 centesimi praticamente in linea teorica si riuscirebbe a incassare un flusso di reddito annuo superiore al target d’inflazione BCE del 2%.

Questo perché la cedola netta rapportata al prezzo equivale al 2,23%. Il rendimento netto alla scadenza invece quasi raddoppia il target d’inflazione. Per riscuoterlo del tutto però bisognerebbe aspettare quasi 30 anni.

Un discorso che vale anche per entra oggi sul mercato. Chi lo ha fatto a prezzi prossimi o pari di poco al di sopra della soglia sopracitati si ritrova in portafoglio un BTp 2051 che gli infligge perdite virtuali enormi e che gli stacca una cedola netta annua assai bassa.

Rivederlo comporterebbe delle maxi-perdite. Tutto ciò in cambio di un capitale minore che impiegato nell’acquisto di bond più redditizi offrirebbe un rendimento di gran lunga maggiore. Un processo che comunque richiederebbe molti anni.

Quindi in virtù di ciò una scelta saggia potrebbe essere quella di attendere che la quotazione del BTp 2051 torni a crescere. Ovviamente questo cambiamento richiede qualche anno, ma se non si ha un impellente bisogno di liquidità si avrà modo di superare la bufera e recuperare le perdite.