Il governo stanzia un nuovo incentivo per le imprese: a chi è rivolto

Oltre nuove Imprese è un incentivo a favore delle micro e piccole imprese stanziato dal governo a tasso zero per giovani e donne.

Tutte le imprese, micro e piccole, che sono composte principalmente da giovani tra i 18 e i 35 anni o donne, possono avvalersi dell’incentivo ministeriale finalizzato al sostegno delle piccole e micro imprese.

incentivo imprese
Adobe Stock

I fondi possono essere utilizzati per promuovere progetti di investimento per trasformare e diversificare le attività di aziende di servizi, commercio, manifattura e turismo.

ON: l’incentivo del Ministero dello Sviluppo Economico per giovani e donne

Oltre Nuove imprese si propone di aiutare tutte quelle aziende italiane del settore manifatturiero, dei servizi, del turismo e del commercio che vogliono realizzare nuove iniziative per ampliare attività già esistenti di questi settori.

Per i progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro esistono finanziamenti a tasso zero e anche a fondo perduto. In alcuni casi la copertura di tale finanziamento copre fino al 90% delle spese, rimborsabili in 10 anni. Nel caso di finanziamenti che non superano la soglia dei 250mila euro, lo Stato non richiede alcuna garanzia. Per finanziamento superiori a 250mila euro è prevista la garanzia sotto forma di privilegio speciale. Nel caso dell’acquisto di un immobile, invece, è sempre richiesta l’ipoteca.

La legge di bilancio 2022 ha stabilito che ci sono 150 milioni di euro stanziati per questo tipo di progetto e le domande per poter partecipare a tale incentivo possono essere presentate già dal 19 maggio. Una volta presentati i piani, quest’ultimi dovranno essere iniziati a seguito della presentazione dell’istanza e conclusi entro 24 mesi dalla data della stipulazione del contratto di finanziamento.

L’istanza va presentata esclusivamente in forma online tramite la piattaforma dedicata e dovrà essere presente anche il piano economico-finanziario del progetto. A seguito dell’istanza si terrà un primo colloquio in cui si dovranno mostrare le competenze tecniche, gestionali e organizzative della squadra di lavoro la coerenza interna del progetto da finanziare. Superato questo si terrà un secondo colloquio nel quale si valuterà l’aspetto finanziario del progetto anche e soprattutto in base all’incentivo richiesto a fronte delle spese da sostenere. L’azienda che si occupa di verificare e di concedere i benefici a questi progetti è Invitalia.