Alimentatori LED, un valido aiuto contro il caro bollette e non solo

Gli alimentatori LED possono essere una valida alternativa alle convenzionali forme di illuminazione: scopriamo insieme perché.

alimentatore led
Adobe Stock

In caso di cali di tensione o quando vi è un’impossibilità di mantenere un servizio stabile di alimentazione, l’alimentatore LED può venirci in soccorso.

Infatti gli alimentatori LED non sono utili solo come forma di illuminazione per esterni ma possono essere dei validi sostituti alla classica illuminazione alogena, ad incandescenza o fluorescente.

Alimentatori LED: tutto quello che c’è da sapere

Gli alimentatori LED non sono più quelli di una volta. Con l’affinamento delle nuove tecnologie, l’illuminazione a LED ha surclassato i classici sistemi di illuminazione sia per quanto riguarda la potenza espressa sia per quanto riguarda il mero risparmio energetico.

La tecnologia a LED (acronimo di diodo a emissione di luce) sta ad indicare un dispositivo con la capacità di produrre fotoni attraverso un fenomeno di emissione spontanea grazie ai materiali semiconduttori utilizzati.

L’utilizzo di un alimentatore a LED deriva dalla grande stabilità di tensione garantita da questo sistema di illuminazione, evitando in questo modo i classici cali di tensione, sfarfallii e intensità di illuminazione. Oramai esistono di versi tipi di alimentatori a LED e tra loro si differenziano per potenza, robustezza e grado di protezione IP. La differenza con un classico trasformatore è quella che in quest’ultimo si utilizza la corrente alternata mentre l’alimentatore lavora utilizzando la corrente continua.

Esistono due tipi di alimentatori a LED: a corrente costante (CC) e a tensione costante (CV).

I modelli di trasformatore LED a corrente costante sono la scelta ideale per chiunque voglia utilizzare tale illuminazione per faretti, insegne o lampade di design. Infatti, la corrente costante serve proprio a mantenere stabile nel tempo sia la tensione che l’intensità.

I modelli a tensione costante, invece, si propongono l’obiettivo di mantenere stabile la tensione, evitando in ogni modo variazioni e, così facendo, assicurarsi che la corrente possa variare il flusso senza alterare l’illuminazione finale.