Oscillazioni pericolose per i Bitcoin, la previsione degli esperti sul mese di Giugno 2022

Un mercato come sempre instabile, ma tremendamente affascinante da conoscere e da scoprire, quello del Bitcoin, che non hai conosciuto, nella sua storia recente, così tante oscillazioni verso l’alto e verso il basso, come in questo momento.

Ora è un frangente di crescita, il Bitcoin si è attestato tra i 25 e i 30mila dollari, ma nelle ultime settimane ha anche conosciuto un pericoloso crollo verticale che sembrava presagire nefaste conseguenze.

Bitcoin fonte pixabay
Bitcoin fonte pixabay

È stato interessante assistere all’open interest di bitcoin nelle ultime settimane.

Impulsi e cali sono comparsi e scomparsi altrettanto rapidamente, di solito in base al prezzo dell’asset digitale stesso. La scorsa settimana non è stata diversa, dato il movimento. L’open interest denominato bitcoin era precipitato dopo aver raggiunto un nuovo massimo storico solo nelle settimane precedenti. Ciò suggerisce una brusca svolta nel “sentiment” degli investitori, dopo le montagne russe della scorsa settimana.

L’open interest è un indicatore per misurare il numero dei contratti derivati (opzioni, futures) aperti ma non ancora chiusi in un determinato periodo temporale. E’ la somma di tutte le posizioni lunghe (long ) o corte (short) aperte.

All’inizio di giugno, gli esperti riferiscono che una breve stretta potrebbe essere stata la ragione del rally che ha visto bitcoin salire di circa $ 30.000 negli ultimi giorni di maggio.

Ciò era dovuto al fatto che l’open interest era salito drasticamente a un nuovo massimo storico di 307.189 BTC.

È stato ben accolto dal mercato a causa del fatto che un numero maggiore di investitori è stato riportato concretamente al profitto, ma sembra che il mercato stia ora leggermente pendendo verso un nuovo calo.

Il calo ha portato l’open interest totale alla chiusura del mercato di lunedì a 292.171 BTC. Quello che è seguito è stato un calo del prezzo di BTC al di sotto di $ 29.000. Da allora il valore del bitcoin è risalito leggermente, ma l’open interest è rimasto indietro.

Ci siamo sempre chiesti come si evolverà il rapporto tra le criptovalute e le banche che emettono moneta per così dire “tradizionale”.

La Banca centrale europea (BCE), guidata dalla presidente Christine Lagarde, si incontrerà giovedì e dovrebbe trasmettere i propri piani per l’inasprimento della politica monetaria. I mercati monetari stanno scontando 1,25 punti percentuali di aumento dei tassi di interesse della BCE nell’arco dell’anno 2022, secondo Deutsche Bank. Tutto questo dovrebbe portare, quindi, un nuovo ulteriore calo del bitcoin che naturalmente non può che risentire di tutto questo nel corso del tempo.