Rare, rarissime monete da 2 euro: alcune possono valere anche mille euro, ecco quali

La maggior parte delle monete rare, nel mondo, quelle che fanno letteralmente strabuzzare agli occhi agli appassionati collezionisti, sono legate ad in involontario quanto straordinario errore di conio.

Quando qualcuno, ieri come oggi, in un qualsiasi Paese, commette uno sbaglio in relazione al disegno originale di una moneta, mentre la Zecca di quello Stato si affretta a togliere dal mercato “l’oggetto indesiderato”, i collezionisti ci vanno letteralmente a nozze.

2 euro fonte pixabay
2 euro fonte pixabay

Proprio perché ci si accorge che siamo di fronte ad un esemplare rarissimo, il suo prezzo sale alle stelle.

La creazione della moneta unica europea, prima e dopo la pandemia, ha generato un traffico di monete incredibile. Non è raro che quindi, in Italia, turisti abbiano lasciato “in ricordo” i propri euro, quelli che il disegno del proprio Paese.

Immaginate se uno di questi fosse legato ad un errore di conio: un italiano si accorgerebbe che in un cassetto, dimenticata magari nella propria abitazione di campagna, c’è magari una rarissima moneta finlandese con tanto di errore.

La soluzione è correre da un esperto, soprattutto serio, per farla valutare.

Sebbene le monete da due euro siano relativamente nuove (hanno iniziato a essere coniato nel 1999 e hanno iniziato a circolare nel 2002), ci sono già alcuni pezzi che sono quotati sul mercato numismatico per la loro rarità, arrivando di fatto ad prezzo più alto del valore nominale. Soprattutto parliamo anche di rari euro commemorativi.

Esistono sul mercato monete da 2 euro che valgono davvero una fortuna, le più rare e di valore possono valere molti soldi, alcuni più di 1.000 euro a moneta!

La moneta da € 2 ha corso legale nella zona euro dal 1 gennaio 2002. Ha due zone con materiali diversi:

  • L’esterno è in cuproniquel (una lega principalmente di rame e nichel).
  • L’interno è in nichel con rivestimento in nichel e una lega di
    rame e zinco.
  • Diametro: 25,75 millimetri.
  • Peso: 8,5 g
  • Spessore: 2,2 millimetri
  • Volti: Dei due volti, uno è comune a tutti i paesi dell’eurozona. L’altro specifico per ogni paese è raro. Quello specifico è talvolta usato con un motivo commemorativo.

Gli Stati membri che hanno l’euro come valuta legale cambiano la faccia nazionale della moneta per un motivo commemorativo. Il conio di queste monete commemorative da 2 euro è iniziato nel 2004.

Queste monete hanno le stesse caratteristiche e proprietà e la stessa faccia comune delle altre. Ciò che li rende diversi è il design commemorativo sul lato nazionale. I collezionisti ci vanno a nozze.