Bonus casalinghe, tutte le novità che lo rendono più facile da ottenere

In questo articolo analizziamo le novità riguardanti il bonus casalinghe e le modalità per poterlo ricevere rispettando alcune condizioni.

bonus casalinga
Adobe Stock

Nel messaggio numero 2378/2022 dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (INPS), quest’ultimo segnala una maggiore facilità riguardo come poterlo ricevere.

L’Istituto di previdenza sociale ha infatti miglioramento tutti servizi telematici che si occupavano di questo, rendendo decisamente più facile e immediato non solo l’iscrizione al Fondo Casalinghe ma anche per quanto riguarda il versamento dei contributi.

Bonus casalinghe, tutte le novità per poterlo ricevere

Una delle novità più interessanti riguardo il bonus casalinghe è certamente quella della facilità di iscrizione al Fondo, che adesso è diventata praticamente immediata. Portando tutto l’iter burocratico online si evitano inutili perdite di tempo nei vari sportelli. Semplicemente utilizzando il proprio Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale), la Carta di Identità Elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) sarà possibile, infatti, accedere al portale dedicato dell’Inps per seguire tutta la procedura.

Dopo aver effettuato l’accesso tramite identificazione digitale sarà possibile anche il versamento dei contributi. Per fare ciò ci si dovrà affidare a PagoPA, il quale non è altro che il sistema dei pagamenti a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi in Italia. Nonostante sia tutto portato online attraverso l’utilizzo del portale dedicato, i vari patronati potranno continuare a garantire supporto, consulenza ed assistenza sia per le iscrizioni al Fondo che per il versamento dei contributi.

Il Fondo Casalinghe e Casalinghi, istituito per la prima volta il 1º gennaio 1997, è aperto a tutte quelle persone che, senza alcuna retribuzione, svolgono i lavori di cura che derivano da responsabilità familiari. Possono iscriversi uominidonne di età compresa tra 16 e 65 anni e se non ci sono particolari situazioni che necessitano un controllo incrociato, la richiesta per il bonus casalinghe viene accettata praticamente in automatico dagli uffici dell’Inps.