Monete rarissime da 1 centesimo, questa può valere fino a seimila euro: controlla se la hai in casa

Monete rare, uniche, che se hai la fortuna di trovare, e soprattutto se possiedi l’esperienza di riconoscerle, possono davvero cambiarti la vita. Il caso che vi stiamo per raccontare fa addirittura riferimento ad 1 centesimo di euro, all’apparenza la meno importante tra le monete de “nuovo ciclo” del Vecchio Continente cominciano circa un ventennio or sono.

Piccola, all’apparenza insignificante, per molti addirittura un ingombro nel portafoglio o nel borsellino. La moneta da 1 centesimo ha sempre avuto, nel suo “triste e anonimo” destino, la peculiarità di passare inosservata. Eppure non è esattamente così.

moneta
Adobe Stock

La vicenda che vi stiamo per raccontare, in merito alla moneta da 1 centesimo di euro, è davvero molto singolare. 

Chi avrebbe immaginato, ma spesso nella vita accade, che proprio “‘l’ultima della classe” sarebbe salita alla ribalta?

Parliamo di lei, della monetina da 1 centesimo di euro!

A causa di un errore della Zecca dello Stato, il nostro istituto italiano che produce monete, passaporti e francobolli, sono circolate centinaia di monete “sbagliate” da 0,01 Euro. Le monete riportano erroneamente sul dorso la Mole Antonelliana di Torino al posto di Castel del Monte, castello pugliese del XIII secolo. La Mole dovrebbe essere solo sulle monete da 2 centesimi.

Sebbene la produzione sia stata interrotta subito dopo la scoperta del madornale errore, come spesso accade, ci sono ancora diverse monete “sbagliate” da 1 centesimo in giro. Tutto questo è stato riferito che un collezionista avrebbe pagato ben 6.600 euro solo per uno di questi “capolavori”.

La società italiana Bolaffi aveva sei di queste monete e le ha messe all’asta al prezzo di partenza di 2.500 euro. Un prezzo destinato a salire vertiginosamente.

Le monete in euro italiane, introdotte nel 2002, hanno un tema comune, che è quello di rappresentare opere rappresentative dell’arte e dell’architettura italiana, come il Colosseo di Roma o il dipinto Nascita di Venere di Botticelli.

Gli italiani hanno potuto scegliere il disegno di ogni moneta attraverso una trasmissione televisiva, ad eccezione della moneta da 1 euro, il cui soggetto, l’Uomo Vitruviano di Leonardo, era già stato deciso.

Tutti i modelli presentano le 12 stelle dell’UE, l’anno di stampa, le lettere “RI” per Repubblica Italiana. E ancora c’è la lettera R per Roma.

Le monetine da 1 e 2 centesimi vengono spesso dimenticate dai consumatori. Questo accade perché sono considerate senza valore. Oggi invece quelle piccole monetine insignificanti potrebbero regalare un sorriso ad un fortunato, se naturalmente ne trovasse una avente il controvalore di 6.600 euro.