Assegno unico, ecco perchè potresti riceverne due insieme

Dal 1° marzo 2022 il governo italiano ha introdotto un’indennità unica e universale per i nuclei familiari con figli a carico (AUU), che costituisce un assegno fisso mensile legato all’entità del proprio reddito, e riguarda nello specifico, almeno per ora, il periodo tra marzo di ogni anno e febbraio dell’anno successivo. E’ destinato a famiglie in serie difficoltà economiche, sulla base dell’indicatore della situazione economica equivalente  (ISEE).

L’AUU viene corrisposto a partire dal 1 marzo 2022 e di conseguenza con la sua partenza cessano di essere efficaci, perché vengono ad esso inglobate, le seguenti serie di aiuti.

assegno unico
Adobe Stock
  • le misure di sostegno alle famiglie di cui al decreto-legge5 che ha stabilito gli assegni temporanei per i minori;
  • detrazioni fiscali per figli a carico di età inferiore a 21 anni;
  • l’assegno per il nucleo familiare e gli assegni familiari limitati esclusivamente alle famiglie con figli e orfani.

Per ricevere l’AUU, a partire da marzo, è necessario che gli aventi diritto presentino domanda specifica. Per le richieste presentate dal 1 gennaio al 30 giugno, l’indennità decorre da marzo. Per le domande presentate dal 1° luglio in poi, l’indennità decorre dal mese successivo a quello in cui è stata presentata.

È possibile sempre richiedere un ISEE aggiornato comparabile alla condizione economica del nucleo familiare. Per le domande con ISEE già presentato al momento della domanda, l’indennità è calcolata sulla base di tale indicatore e non di quello aggiornato.

Tempi e modalità di presentazione delle domande

Le domande possono essere presentate durante l’anno e le domande accolte saranno pagate fino a febbraio dell’anno successivo. Tutte le domande presentate entro il 30 giugno di ogni anno possono richiedere arretrati da marzo.

Come presentare la domanda

  • Accedendo al servizio “Assegno unico e universale per i figli a carico” disponibile su inps.it con SPID almeno di livello 2, Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • Tramite il Contact Center dedicato, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa) o 06 164 164 (da cellulare. I costi possono variare a seconda dell’operatore);
  • Attraverso un CAF.

Assegno Unico 2022: la macchina non è ancora perfettamente oliata, vediamo quali anomalie i contribuenti stanno riscontrando.

Molte famiglie continuano a segnalare ritardi ed errori nei pagamenti di aprile 2022, così come a marzo.

Niente paura, i pagamenti INPS degli arretrati dell’Assegno Unico e Universale prima o poi arriveranno.