Aumentano le truffe telefoniche in Italia, come riconoscerle e quali rischi si corrono

Più che mai in questo momento storico delicatissimo, gli aumenti del consumo di energia diventano come una spada di Damocle per molte famiglie italiane. E i criminali lo sanno, ed è per questo che cercano di approfittare delle nostre debolezze e della nostra vulnerabilità.

Sono all’ordine del giorno le truffe dove, pseudo agenti di fantomatiche aziende di luce e gas, con la scusa di permetterci di risparmiare sulle utenze, perseguono diverse “diaboliche strade”.

truffa
Adobe Stock

Le nuove truffe telefoniche legate ai contratti di luce e gas: ecco cosa sta accadendo

Potrebbero appropriarsi dei nostri dati sensibili come quelli fiscali ed estorcerci firme per coinvolgerci in operazioni poco lecite. Oppure arrivano a chiedere le nostre chiavi di accesso bancarie per portarci via quel poco che ci è rimasto.

Non è da escludere nemmeno l’ipotesi che, con l’illusione di un vantaggioso contratto finalizzato a risparmiare denaro sulle bollette di casa, ci inducano a pagare un acconto sull’accordo stipulato.

In genere i criminali non seguono vie complesse, dall’altra parte l’utente non è all’oscuro dei rischi che corre e non è facile convincerlo a rivelare user e password del proprio account bancario. Per questo cercano di approfittare delle persone chiamando e chiedendo immediatamente il pagamento di un presunto ma in realtà inesistente nuovo contratto di luce, gas o telefono. Lo scopo è chiaro: incassare subito denaro, senza perdere tempo prezioso.

Queste truffe potrebbero a utilizzare anche tattiche aggressive e intimidatorie. Riceverai una chiamata da un truffatore che afferma di essere un rappresentante della tua società di servizi pubblici o fornitore di energia locale. Insisteranno che sei in ritardo con i pagamenti della bolletta dell’elettricità e che il tuo account è insolvente. Spesso minacciano di interrompere immediatamente l’elettricità o il gas naturale, di solito entro un’ora o lo stesso giorno se non paghi.

Se perdi la chiamata, potresti ricevere un messaggio in cui si afferma che devi una quantità di denaro elevata ma specifica, di solito centinaia di euro. L’impostore lascerà un numero di richiamata per la sua “linea diretta” e una minaccia per disconnettere il servizio energetico quel giorno.

A questo punto, potresti essere nel panico, ed è su questo che contano questi abili truffatori. Tendi a non riflettere, chiaramente, quando sei spaventato o molto allarmato, quindi potresti dimenticare di aver pagato le ultime bollette in tempo o che hai impostato i pagamenti automatici sul tuo conto. Dobbiamo dirti altro per invitarti alla massima cautela?