Bonus estate: fino a 2.500 euro di incentivi: come richiederlo

Gli incentivi e i bonus governativi stanno cercando di mettere qualche toppa alla disastrosa situazione economica degli italiani.

bonus internet
Adobe Stock

La situazione economica generale è evidentemente al collasso è il Governo ha deciso di stanziare un ulteriore bonus che permetterà un miglioramento nella velocità di connessione.

Oltre ai bonus per la digitalizzazione aziendale, l’acquisto di una macchina “green” e tanti altri, il governo ha recentemente approvato il cosiddetto bonus estivo pensato per tutti, senza limite di ISEE.

2.500 euro di bonus senza limiti: come richiederlo

Il nuovo bonus introdotto dal governo viaggia sulla stessa scia degli incentivi proposti precedentemente dallo stesso, volti a risollevare una crisi economica iniziata oramai due anni fa con la pandemia di coronavirus, e che si trascina fino ad oggi con l’attuale conflitto in Ucraina.

Il bonus estivo prevede l’erogazione di un voucher connettività che serve per migliorare la propria velocità internet e passare al cosiddetto internet ultraveloce. Il bonus non richiede particolari requisiti e non è previsto nessun limite di richiesta in base al proprio ISEE. Il bonus è pertanto rivolto a:

  • Micro, piccole e medie imprese;
  • Persone fisiche titolari di partita IVA che esercitino una professione intellettuale ex art. 2229 c.c. o una delle professioni non organizzate ex L. n.4/2013. Sia in proprio sia in forma associata.

Il bonus rilasciato dal governo parte da un minimo di 300 euro fino ad un massimo di 2.500 euro per tutti i miglioramenti della rete internet che prevedono il passaggio a servizi di connettività a banda ultra larga. Rientrano in questa categoria tutte i servizi internet che viaggiano da un minimo di 30 Mbit/s fino ad oltre 1Gbit/s.

Infratel Spa ha attivato un portale nel quale sarà possibile richiedere il bonus direttamente agli operatori di telecomunicazioni accreditati sul portale. Chiunque voglia beneficiare di tale incentivo dovrà rivolgersi direttamente ai vari operatori nelle solite modalità previste. La richiesta dovrà essere presentata entro e non oltre il 15 dicembre e, nonostante l’offerta può essere richiesta ad uno qualsiasi degli operatori accreditati al portale, si ricorda che tale beneficio è soggetto all’esaurimento delle risorse stanziate.

Starà alla Commissione Europea decidere se prorogare di un anno tale bonus, in base alle risorse disponibili e dopo attenta valutazione. Le varie offerte espresse in voucher saranno 4 in totale e verranno distribuito in base alla forma aziendale e ai parametri prestazionali relativi all’offerta.