Concentrato di pomodoro, la nuova classifica svela le marche migliori da acquistare

È stata pubblicata una nuova classifica che rivela quali sono le marche migliori che producono il concentrato di pomodoro. Vediamo nel dettaglio la lista. 

La celebre rivista Il Gambero Rosso ha stilato una nuova classifica sui migliori concentrati di pomodoro che è possibile attualmente acquistare sul mercato. Una lista che ha tenuto conto di questo prodotto in qualsiasi marca o forato venga poi rivenduto all’interno dei supermercati, anche se bisogni precisare che la classifica si è in seguito basta sul gusto e la qualità del prodotto che sono stati sottoposti a un assaggio alla cieca da parte del team di esperti selezionati. 

concentrato pomodoro
Adobe Stock

Concentrato di pomodoro, i criteri utilizzati dagli esperti di Gambero Rosso per la selezione

Con questa espressione si intende che il prodotto è stato sottoposto all’assaggio senza che venisse rivelata la marca o la provenienza. Rispetto al passato però, gli esperti del gambero Rosso hanno deciso di rinunciare ai classici test di laboratorio sulla qualità del prodotto che venivano fatti tradizionalmente. Una classifica simile era stata stilata lo scorso anno dalla rivista tedesca chiamata Oko.test, che aveva analizzato oltre venti marche di concentrato di pomodoro alla ricerca di quella che fosse la più qualitativa in assoluto.

Il risultato però si era rivelato per nulla confortante: più della metà dei prodotti analizzati in quel caso infatti, si erano dimostrati contaminati da delle tossine della muffa. In ultimo, c’è anche da dire che il Gambero Rosso non intende questa lista come una vera e propria classifica, quanto piuttosto come una nuova guida di consigli per il consumatore. 

Concentrato di pomodoro, ecco chi sono le marche vincitrici di questa speciale classifica

In ogni caso, la ricerca portata avanti dagli esperti ha decretato che i suoi vincitori, che sono la rivista, sono al momento i migliori produttori all’ingrosso del concentrato di pomodoro. Stiamo parlando delle marche Tudià e Casa Morana. Si tratta di due aziende artigianali che dispongono anche di appositi shop online in cui acquistare i loro prodotti, oltre ai classici rivenditori tradizionali e ai supermercati.

Ci sono però anche altre marche che pur non vincendo, hanno superato a pieni voti la prova qualità promossa dal Gambero Rosso. Questo sono Bionaturae, Esselunga, Così Com’è, Ortolina, Smart ( sottomarca di Esselunga), le Delizie di mamma Puggia ( che fa parte della nota catena straniera Demeter), Campo Largo ( sottomarca della Lidl), Mutti ed Esselunga. Non sono state invece rese note le marche che non hanno superato il controllo qualità. 

Perchè il pomodoro viene considerato un alimento così importante e vitale per la nostra dieta

Una classifica che sarà molto utile ai consumatori di tutto il mondo, anche perchè stiamo parlando di un prodotto che è considerato tra gli alimenti più funzionali e nutrienti che esistano sul mercato. Dell’importanza del concentrato di pomodoro nell’alimentazione mediterranea, ne ha parlato di recente la docente universitaria Valeria Sorrenti, che insegna Biochimica al dipartimento salute dell’Università di Catania.

Intervistata dal sito dedicato Freshplaza, la donna ha dichiarato che  “tra gli alimenti funzionali possiamo citare il pomodoro, di cui esistono varie tipologie e che per comodità classificheremo in: pomodorini a grappolo, pomodori insalatari e pomodori da salsa. Tra i pomodori a grappolo, il ciliegino è molto utilizzato per il consumo fresco. I frutti di pomodoro sono ricchi di zuccheri, vitamine (A, C ed E), minerali e antiossidanti (carotenoidi e composti fenolici). Inoltre, i pomodori ciliegini sono un’ottima fonte di fibre alimentari a basso contenuto di sodio e di grassi saturi. La frazione lipofila è molto importante per proprietà nutrizionali e organolettiche del pomodoro e per l’azione antiossidante e attività protettive. Questa frazione, infatti, comprende carotenoidi lipofili, tocoferoli e lipidi insaturi. In Sicilia, una ampia produzione ha reso possibile studiare le differenze dei componenti lipofili dei pomodori relative alle aree di coltivazione”.