Jackpot da record ma il Superenalotto si ferma: ecco perché

Chiamatela pure folle, pazza, affascinante corsa al Jackpot. Perché da oltre un anno manca all’appello il fatidico 6 nel gioco del Superenalotto che, sarebbe il caso di dire, “ammalia” e cattura così tanti italiani da anni.

Ma cosa è successo di preciso, ieri 31 maggio, per diventare “argomento di discussione” anche sui principali quotidiani non specializzati?

Semplice, siamo di fronte a un nuovo record. Quello di giocate senza il 6. Chi sarà capace, prima o poi accadrà, di indovinare la sestina, cambierà per sempre la propria vita, non c’è dubbio alcuno.

L’estrazione del SuperEnalotto di ieri, martedì 31 maggio 2022, metteva in palio un montepremi di ben 213,5 milioni di euro, una cifra che di certo superava tutti i record.

Siamo di fronte al jackpot più grande nella storia di questo gioco. Come noto sono due le estrazioni settimanali che tengono incollati gli italiani ai siti web e alla televisione per conoscere se le “decisioni” della Dea Bendata cambieranno la loro esistenza. E in tempi di “vacche così magre”, per molti concittadini, solo un colpo di fortuna può rappresentare uscire indenni dal mare in tempesta.

La cifra “incute timore” solo a leggerla. Il jackpot  del SuperEnalotto è ufficialmente di € 213.500.000 per la prossima estrazione.

Ma andiamo a parlare di corsi e ricorsi storici, un argomento sempre affascinante e curioso per i giocatori più incalliti.

L’ultima vittoria in Italia risale al maggio 2021, più di un anno fa insomma per un “6” che nel comune di Montappone, nelle Marche portò ad un jackpot di ben 156 milioni di euro.

Una cifra davvero incredibile a pensarci ma molto lontana da quella che oggi è la promessa di vincita nel caso di “6”. Sestina vincente che sembra pesare sempre di più estrazione dopo estrazione. Una situazione che provoca tanto entusiasmo ma anche parecchia agitazione tra i giocatori italiani e non solo.

Cosa succederebbe nella vita di una sola persona, magari di un modesto operaio, non è retorica, se un giorno piovessero sulla sua testa ben 215 milioni di euro?

E non è detto che la sestina vincente arrivi così presto, quindi la cifra potrebbe anche aumentare ancora.

Domani 2 giugno sarà tutto fermo, una volta ogni tanto anche Lotto e Superenalotto si prendono la loro pausa e così con loro anche i giocatori più incalliti.

Immaginiamo alla ripresa “delle ostilità” quali saranno le speranze, le attese, le ansie, i sogni di milioni di italiani. 

In fondo la fortuna, quella vera, arriva quando meno te lo aspetti.