Esenzione Canone Rai, c’è una soluzione fai da te per molti giovani: quanto si risparmia

Ecco qual è la soluzione adottata dalla maggior parte dei giovani italiani per ottenere l’esenzione Canone Rai. Tutto quel che c’è da sapere

Attenzione però non si tratta di un’idea sempre efficace. Bisogna fare attenzione per evitare che il costo venga comunque addebitato.

Canone Rai
Fonte Web

Il Canone Rai è storicamente un tributo ostico e mal digerito dalla maggior parte degli italiani. In particolar modo i giovanissimi non lo trovano giusto visto che ormai grazie alle numerose piattaforme a disposizione non si avvalgono quasi più dei contenuti della tv di Stato.

Per questo in tanti hanno ideato una sorta di metodo fai da te per ottenere l’esenzione ed evitare l’addebito della tassa che dal prossimo anno dovrebbe essere rimossa dalla bolletta dei consumi energetici.

Esenzione Canone Rai: qual è la tecnica utilizzata dai ragazzi per evitare il pagamento della tassa

In pratica alcuni hanno deciso di optare per la rimozione della televisione in casa. Di fatto è lo strumento abilitato alla ricezione del segnale digitale terrestre. Infatti grazie alle innumerevoli nuove tecnologie come computer, tablet e smartphone si può usufruire di molteplici servizi in streaming via Internet.

In questo modo si possono guardare anche i canali della tv generalista, tra cui quelli Rai senza dover pagare il canone che ammonta a 90 euro annuali. Non si tratta però di un passaggio automatico. È necessario inviare l’apposita autodichiarazione. Il modulo è scaricabile direttamente dal portale dell’Agenzia delle Entrate e deve essere poi inviato proprio al Fisco una volta compilato.

Altro punto a cui prestare massima attenzione è la durata della stessa. Infatti ha validità annuale. Quindi passato questo lasso di tempo deve essere recapitata nuovamente a chi di dovere. Naturalmente il passaggio può essere eseguito a patto che continui a persistere la condizione richiesta, ovvero l’assenza dello strumento televisivo dalle mura domestiche. 

Se invece si cambia la residenza si potrebbe non pagare il Canone Rai. Ma ciò dipende da diverse situazioni che è bene approfondire per bene consultando sia il sito della Rai che dell’Agenzia delle Entrate. Per conoscere invece le altre situazioni che consentono di non pagare “l’odiata” tassa, clicca su questo link.